michela goi

Gnocchi di spinaci: come godere di una vita bohémienne

Nei mesi in cui sono stata disoccupata, aprire un blog è stata l’idea migliore che abbia avuto. Non importa che si scelga di parlare di cucina (e noi non sospettavamo quanti blog di cucina esistessero in giro), delle occulte relazioni che uniscono le profezie di Nostradamus allo spread, delle sorprese nelle uova di Pasqua, degli […]

Il castagnaccio: cucina povera alla riscossa

Credo che contare le pecore per addormentarsi serva solo ai pastori, loro hanno bene in mente le bestiole del gregge e possono mentalmente figurarsi Concetta, Pierina e Clotilde che saltano lo steccato, ciascuna con il suo belato peculiare. Io – qualche notte fa – ho trovato decisamente più produttivo enumerare le caramelle della mia infanzia, […]

Pasta ai broccoli. Quattro traumi in padella

Pasta ai broccoli. Quattro traumi in padella

Caro Sigmund, hai mai ragionato su traumi che non abbiano nulla a che vedere con il sesso? No, lo so. Forse perché tua madre, a differenza della mia, non ti ha mai messo davanti un piatto con 3/4 di broccoli, 1/4 di pasta e un sapore pervasivo e asfissiante di verdura bollita che il parmigiano […]

Risotto ai fegatini di pollo

Risotto ai fegatini di pollo

Quando Georg si è accinto a preparare il paté di fegatini di pollo, gli ho timidamente chiesto se gliene sarebbe avanzato qualcuno per un risotto. Non so se sia stata la mia dialettica fortemente persuasiva o piuttosto il coltello di Solingen che per caso avevo in mano e altrettanto per caso era puntato nella sua […]

Antica torta di mele: insider trading dalla tradizione piemontese

Questa è una torta semplice, sicuramente antica e decisamente povera che si fa tra il Torinese e l’Astigiano. La preparava spesso mia nonna quando ero bambina e ricordo che il suo colore marroncino era fuorviante: ogni volta mi aspettavo di addentare una torta al cioccolato e poi scoprivo che sì, il cacao c’era, ma erano […]

Un cocktail dei tempi del jazz che fa passare il blues

Di fronte alle festività d’ordinanza, l’umana stirpe si divide in due fazioni. Da un lato, e sono legione, c’è chi si tuffa più sorridente di Ester Williams in un mare di cenoni, veglioni, pacchettini, fiocchetti, ghirlandine di finto vischio, angioletti portacandele, barbone da Babbo Natale e mutandine rosse (vabbè, queste ci possono stare). Più defilato, […]

Il risotto. Nozioni fondamentali e divagazioni superflue

Immagino per un attimo che la presunta profezia dei Maya fosse vera e che esista un aldilà con san Pietro che smista all’ingresso. Io sarei arrivata al suo cospetto venerdì sera: jeans sporchi, occhiaie scandalose, crampi di fame. Probabilmente avrei scambiato un angelo bianco vestito per un barista e gli avrei chiesto un margarita. Decisamente […]