Lascia un commento

Alan’s Psychedelic Breakfast – una colazione molto british

Non c’è bisogno di introdurre i Pink Floyd. Non c’è nulla da dire che non sia già stato detto. Ma dal momento in cui ho creato la categoria Rock&Springroll con Savoy Truffle di George Harrison, mi frulla per la testa questo pezzo, e forse scrivendone riesco a togliermelo dalle orecchie passandolo a qualcun altro.

Alan’s Psychedelic Breakfast fa parte dell’album Atom Heart Mother del 1970. Si tratta di un pezzo strumentale, suddiviso in tre parti, ma quel che ci interessa è la voce di Alan Styles, un roadie dei Pink Floyd, che parlicchia da solo mentre si prepara la colazione ricordandosi le varie colazioni che ha mangiato durante il tour della band.

Lo so, niente di trascendentale, ma se vi punge vaghezza, mettetete su questo pezzo per una lunga colazione a letto. Potete tranquillamente rinunciare all’uovo al tegamino e al bacon fritto, ma fatevi del pane tostato con burro e marmellata. Non batte il croissant, ma come si fa a vestirsi, scendere, comprarlo, ritornare a casa e poi rimettersi a letto? Potrebbe essere un buon inizio di giornata.

Advertisements

Informazioni su georg maag

scrittore per l'infanzia, traduttore, lettore di tedesco per lettere&filosofia all'Università di Torino; hobby: cucina, fotografia, golf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: