Lascia un commento

Krümelkuchen: una variante interessante dello Streuselkuchen

Il Krümelkuchen è una variante dello Streuselkuchen germanico di cui ho già scritto qui. Krümel e Streusel, infatti, sono le parole tedesche corrispondenti all’inglese crumble, in italiano briciola. Per il Krümelkuchen gli ingredienti si impastano con le mani; non c’è bisogno di un robot da cucina. Inoltre si lavora tutto nella stessa ciotola; basta non commettere l’errore di sceglierla troppo piccola per poi dover traslocare in una più capiente. Potremmo chiamarla una torta user-friendly.  Prima di infornare questa meraviglia avrete pure la scusa di leccarvi le dita.

I miei ricettari tedeschi (in buona parte non sono nuovissimi) utilizzano come farcitura del Krümelkuchen diversi tipi di marmellata. Va però detto che si può anche fare a meno della farcitura. Mi sarebbe piaciuto provare a farla con la marmellata di ciliege, meglio se duroni. Invece ho preso quello che c’era nel frigo: una classica gelatina di fragole fatta in casa. Il risultato era comunque ottimo.

Ingredienti:

200 g burro

200 g di zucchero

1 uovo

la scorza di un limone non trattato

500 g di farina 00

1 cucchiaino di lievito in polvere (anche vanigliato)

250 – 400 g di marmellata o gelatina del vostro gradimento

50 g di mandorle affettate

Imburrate una teglia rotonda. Fate sciogliere il burro in una ciotola per qualche minuto al forno e poi aggiungete lo zucchero, l’uovo, la scorza di un limone e lavorate o con un cucchiaio o con le mani. L’impasto deve risultare abbastanza cremoso e schiumoso. Poi passate al setaccio circa metà della farina assieme al lievito in polvere e impastate con le mani. Aggiungete la restante farina e lavorate fino a quando l’impasto comincia ad asciugarsi e a dare segno di formare dei grumi (i Krümel, appunto).

Mettete metà o poco più di metà dell’impasto sulla teglia e premete leggermente con le mani. Spalmate la marmellata o la gelatina di frutta sul fondo e poi mescolate le mandorle all’impasto rimanente e spargetelo sotto forma di tanti grumi grossolani sopra la marmellata.

Infornate a 170 gradi nel forno ventilato e preriscaldato ad altezza media per circa 45 – 50 minuti. I grumi in superficie devono risultare dorati ma non carbonizzati! In teoria si dovrebbe lasciare raffreddare la torta, ma sono convinto che nessuno sia mai riuscito a resistere al profumo!

Kruemelkuchen_370

Non l’ho ancora provato, ma penso che sostuituire le mandorle con gherigli di noce e la marmellata con uno strato sottile di miele di castagno potrebbe essere una variante notevole.

Advertisements

Informazioni su georg maag

scrittore per l'infanzia, traduttore, lettore di tedesco per lettere&filosofia all'Università di Torino; hobby: cucina, fotografia, golf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: