Lascia un commento

I 5 motivi eterodossi per comprare il prosciutto cotto

A scuola ero una schiappa in chimica. Non riuscii a eccellere nemmeno quando feci a gara con una compagna a chi avrebbe preso il voto più basso della classe nel compito sulle ossido-riduzioni (non so nemmeno più cosa siano): lei 4+, io 4 e 1/2.

A distanza di anni un po’ me ne pento. A maggior ragione in un giorno come oggi, quando mi sono trovata davanti un prosciutto cotto con sfumature cangianti, di un rosa leggermente fosforescente e decisamente glitter. Era un prosciutto Rovagnati, ma non è questa l’unica marca che sforna prosciutti con un alto potenziale decorativo, votati all’eleganza, degni del red carpet più dei rossetti delle dive.

Impossibile, per me, scoprire la causa di tale fenomeno; facile, invece, coglierne i molteplici, suggestivi effetti.

1. Sono le 11 di sera, vi si è rotta la macchina in tangenziale e vi accorgete che non avete con voi né il triangolo né il gilettino arancione. Una fetta di priosciutto appallottolata in strada, un paio di fette addosso et voilà: un dispiegamento di catarifragenti da far invidia a qualunque posto di blocco.

2. Siete al cinema. A metà film avvertite una voglia irrefrenabile di pop corn. Potete tirare fuori dalla tasca il vostro prosciutto e tenerne una fetta davanti ai piedi: il suo bagliore vi permetterà di non inciampare mentre uscite, ma non turberà la visione del film agli altri spettatori. Eviterei, però, di mangiarlo insieme ai pop corn.

3. Volete predisporre la camera da letto per una serata speciale ma pensate che le candele siano un po’ troppo banali. Nessun problema: una fetta di prosciutto per ogni angolo della stanza e la vostra alcova si animerà di raffinati bagliori rosa. Senza contare che in caso di fame notturna avete lo spuntino bell’e pronto a portata di mano, senza dover cercare al buio le ciabatte, inciampare nelle mutande e cadere rovinosamente addosso al cane che proditoriamente si è accucciato ai piedi del letto.

4. Vi state preparando a un viaggio in aereo che vi terrorizza, ma non potete rinunciare alla vacanza last minute vagheggiata da un anno. No, la paura non vi impedirà di raggiungere quel meraviglioso villaggio turistico che vi ricorda tanto la Rimini dei vostri 18 anni. Vincete le vostre remore imbarcando un buon mezzo chilo di prosciutto cotto. In caso di incidente aereo saprete sopperire a un eventuale guasto del sentiero luminoso. E soprattutto all’atterraggio applaudiranno voi anziché il pilota: a questo punto si rimorchia da dio.

5. Il quinto motivo non lo so, ma di solito i “buoni motivi per…” sono sempre in numero di 3, 5 o 10 e dunque non volevo rovinare il titolo.

A parte tutto, qualcuno dei lettori sa perché il prosciutto talvolta è fosforescente? Io ho il sospetto che qualunque sia la ragione, non mi piacerebbe per niente… ciò nonostante sono curiosa di saperlo. Se tra di voi non c’è nessuno che sappia svelarmi l’arcano, farò qualche ricerca e vi terrò aggiornati.

Annunci

Informazioni su michela goi

dottoressa di ricerca in storia dell'arte, redattrice, guida turistica, aiuto cuoca per qualche mese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: