Lascia un commento

Mettete dei muffin nei vostri cannoni

A cigarette is the perfect type of a perfect pleasure.
It is exquisite, and it leaves one unsatisfied.
What more can one want?
– Oscar Wilde

Quando ho sfornato i miei primi muffin mi sono ricordata di questa frase. Eh sì, perché erano così piccoli, rotondi, profumati, esteticamente perfetti che prevedevo, ormai preda della golosità e dell’autocompiacimento, di mangiarmeli quasi tutti in rapida successione. E invece no. Ne ho ingurgitati due e mi sono resa conto che non avrei nemmeno cenato. Senza dubbio sono squisiti come le sigarette di Oscar Wilde, ma non lasciano affatto insoddisfatti; piuttosto ti precipitano in un karma di appagamento sensoriale, emotivo e psicologico tale che gli affanni della vita quotidiana ammutoliscono all’istante, impallidiscono – loro che sono sempre rossi di rabbia – e se ne vanno imbarazzati, inciampando nei gusci d’uovo caduti dal tavolo. Che poi siano un po’ pesantini è un fatto che non riguarda me ma esclusivamente il mio stomaco, peggio per lui se non ha voglia di lavorare. I muffin sono piccole bombe da non sottovalutare. Se i lanzichenecchi avessero pasteggiato a muffin anziché a maiale, patate e cavoli, avrebbero perso gran parte della loro aggressività, soverchiati da tanta burrosa dolcezza. Verosimilmente si sarebbero addormentati sulle rive del Po. Giovanni dalle Bande Nere e Georg von Frundsberg si sarebbero seduti attorno allo stesso fuoco a parlare di donne con la salace e cafona giovialità di quei tempi, mentre Clemente VII, ignaro di tutto, avrebbe continuato indisturbatamente a farsi il bagno nella sua stufetta affrescata a grottesche tra le mura inviolate di Castel Sant’Angelo. Niente sacco di Roma, niente di niente, se non una sazietà epica e svariati chili di troppo.
Non ci credete? Mettetevi in cucina, seguite la ricetta e poi vediamo.
Ingredienti per 12 muffin alla cannella:
5 cucchiai di burro
1 tazza di zucchero
2 uova
3 tazze di farina
1 tazza di latte
3 cucchiai rasi di lievito
1 cucchiaino di sale
½ di noce moscata
1 cucchiaio raso di cannella
1 cucchiaino di zenzero in polvere
[piccola precisazione: misurare il burro in cucchiai non è il massimo, ma credo che la ragione stia nel fatto che la ricetta è americana e da quelle parti esiste anche il burro in vaschetta]
Orbene, mescolate il burro con lo zucchero e quando i due sono ben amalgamati unite le uova. Aggiungete progressivamente il latte e la farina, poi il lievito, il sale e le spezie. L’impasto risulta leggermente grumoso, ma è normale che sia così, dunque non preoccupatevene. Riempite i pirottini (quelli in silicone sono magnificamente funzionali) e infornate a 180°. Nel giro di 20 minuti saranno pronti. Ma non finisce qui. il coronamento perfetto della ricetta consiste in una piccola guarnitura di zucchero di canna misto a cannella che si può fare in due modi:
a) spennellate i muffin già sfornati con un poco di burro fuso e cospargeteli di zucchero e cannella precedentemente mescolati;
b) se volete evitare questa dose di burro extra, potete tranquillamente mettere zucchero e cannella sui muffin prima di infornarli, fate voi.

muffin alla cannella

Advertisements

Informazioni su michela goi

dottoressa di ricerca in storia dell'arte, redattrice, guida turistica, aiuto cuoca per qualche mese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: