Lascia un commento

Un altro blog di cucina

Un altro blog sul tema della cucina? Forse non c’era bisogno.

In effetti, il web pullula di siti e blog con ricette, da quelli della nonna alla nouvelle cuisine. Non pochi sono di ottima qualità, dunque: perché?

Facciamo un passo indietro: questo blog nasce lontano, nel nostro caso su una spiaggia libera del Pilion orientale, in Magnesia. Siamo arrivati in autostop: due zaini da dieci chili, una piccola tenda, praticamente nessun attrezzo, nemmeno un fornello a gas. La spiaggia era magnifica, lunga circa un chilometro. A est si affacciava sul mar Egeo, mentre a ovest si alzava una ripida catena montuosa con una vegetazione fitta di piccole querce, castagni e, più in alto, su pendii più dolci, soprattutto meli.

Passavamo le giornate tra mare e piccole gite. Facevamo la spesa nel paese più vicino, Zagorà, arrampicato a 800 metri. Ci sedevamo in una piazza circondata da platani secolari con vista sullo specchio del mare a picco sotto di noi, a bere caffè greco o a sorseggiare un bicchiere di retzina fresca prima di affrontare la discesa verso il mare in autostop con i sacchetti della spesa e poi tornare a piedi alla spiaggia, per fortuna irraggiungibile in macchina.

Dal tardo pomeriggio fino alla sera ci dedicavamo, per forza di cose, alla cucina. Il compito più arduo, ma per niente il meno gradito, era quello di trovare abbastanza legna da poter accendere un fuoco e preparare il focolare per la cena. Fatto questo, tutto il resto era decisamente semplice.

Abbiamo scoperto quasi subito che per mangiare benissimo non ci vuole molto, a parte una certa dose di fantasia, un quid di voglia e una sana fame. Pur non avendo praticamente mezzi, la sfida consisteva nel pensare e mettere in pratica ogni sera un piatto diverso. Presto l’entusiasmo ci ha preso la mano, abbiamo reinventato il forno sotto terra e di lì in poi nessuno ci avrebbe più fermati. Se mancavano attrezzi, bastava inventarseli. Strano a dirsi: abbiamo passati le vacanze perfette non solo sotto l’aspetto culinario. Così, al ritorno a casa, ci è venuta l’idea di scrivere un libro sulla cucina estrema. Detto fatto. Il libro si chiama Quando il cuoco è in vacanza e abbiamo cominciato una (speriamo lunga) serie di presentazioni e cene, un’altra conseguenza positiva del nostro viaggio in Grecia.

Ma torniamo al presente, e alle ragioni per un blog sulla cucina.

La cucina è fatta di tanti aspetti, è un mix di cultura, moda, abitudini, tradizioni, è sottoposta a stagionalità, reperibilità degli ingredienti, buon gusto, duro lavoro, follie e snobismo.

Noi due autori siamo un po’ degli estremisti, nel bene e nel male. Non ci vanno giù tante stranezze della cucina e della gastronomia: perché mangiare a tutti i costi pomodori a gennaio o bere vino cileno quando abitiamo in Monferrato, dove l’autunno e l’inverno ci regalano tante ricchezze locali come il cardo gobbo o un’ottima bottiglia di barbera della cascina a pochi metri da noi?

Pensiamo che tante persone avrebbero la loro da dire in un blog dove si parlerà di gusto e gusti. Perché tacere delle follie della globalizzazione dei prodotti gastronomici o delle regole restrittive dell’Unione Europea che tentano di vietare il formaggio fatto con latte crudo? Perché non scambiarci opinioni su trattorie o ristoranti, su cibi e bevande, su ricette, gusti e colori?

Ecco, ci sembra un luogo ideale dove più persone si incontrino, uno spazio in cui si parla del mangiare, del bere e del vivere. Non sarà solo un contenitore di ricette…

Annunci

Informazioni su michela goi

dottoressa di ricerca in storia dell'arte, redattrice, guida turistica, aiuto cuoca per qualche mese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: